[EN-IT]

Hello everyone!
Let me briefly share what I did today, April the 29th, with a group of nice people from around the world.
Well, the 29th of April is holiday here so I did not have to work today (by the way, update on my project will come in next days). One of my lab mates invited me to join a group of international people who were going to a national park out of Sendai, of course I said “yes” and there I went.

The meeting point for today was the bus stop 29, at 9:20, bus departure at 9:30. Well I’m italian so I wasn’t there at 9:20 but actually I was very close to the bus stop at 9:27…the problem is that I didn’t see the bus stop (probably the bus itself was hiding the bus stop number) so I kept wondering around looking for the right stop and I missed it!
I had to wait for the next one, one hour later, but at least I was not the only one, another guy from France had the same problem of mine.

The trip to Michinoku national part took about one hour and finally, when we read the huge みちのく written on a building we got off the bus…it came out it was the wrong bus stop! So we had to walk for another half an hour to get to the real park.
When we finally arrived there we had to queue for the ticket (everything in Japan is about queueing) and we joined the group almost two hours later.

Anyway it worth it because the park is beautiful, there are lakes, fountains, flowery gardens, playgrounds, trees and even the reconstruction of some traditional japanese houses.
We had lunch under some trees, enjoying the sun and the company. The group was very international: there were three japanese, three french, one polish, two finnish, two swedish, one latvians, one german, three russians, one belgian, one american, one singaporean and one italian (well just me).
We spent there the whole day wandering around, taking pictures and talking untill was time to come back in Sendai city; but that time I took the right bus.
Once we where back I stopped with three other people to get some sushi in a sushi restaurant near by because I was definitely in need of something refreshing after spending the whole day under the sun (getting scorched by the blazing sun would be a more appropriate definition).


Ciao a tutti!

Lasciatemi condividere quanto ho fatto oggi, in questo giorno di festa nazionale giapponese.
Allora, il 29 aprile è festa qui nel sol levante per cui non son dovuto andare nel laboratorio e ho potuto approfittarne per una gita fuori città.
Qualche giorno fa un mio compragno di laboratorio mi ha invitato a unirmi a un gruppo internazionale che sarebbe andato in un parco nazionale, ovviamente ho accettao di buon grado (in fondo cosa faccio in questi 12 mq che è la mia stanza?).

L’incontro era fissato per le 9:20, partenza dell’autobus con posti riservati alle 9:30. Beh inutile dire che la mia indole italiana mi ha portato lì in ritardo, ma neanche troppo perchè ero effettivamente alla fermata alle 9:27…solo che non me ne son reso conto, probabilemnte perché l’autobus stesso bloccava la visuale sul numero della fermata.
Così sono rimasto lì a girare in cerca di una fermata che avevo già superato e ho perso l’autobus! Mi è toccato prendere il successivo alle 10:30, fortunatamente non ero l’unico che non aveva fatto in tempo e ho avuto un po’ di compagnia.

Finalmente, dopo un’ora di viaggio, abbiamo visto la scritta みちのく (Michinoku) in grandi lettere su un cartello sopra la strada, allora siamo scesi convinti di essere sul posto giusto…beh no eravamo scesi una fermata prima e ci è anche toccato camminare un’altra mezzora per arrivare finalmente all’entrata e metetrci in coda.
Insomma alla fine abbiamo raggiunto gli altri quasi con due ore di ritardo, ma non avevamo grandi impegni quindi è andata bene lo stesso.

Il parco è all’interno di un più ampio parco naturale ed è tenuto come un parco ricreativo per famiglie, con laghetti, fontane, giardini fioriti, campi da gioco e giochi per bambini, c’è perfino la ricostruzione di un villaggio tipico giapponese.
Quindi abbiamo passato la gironata chiacchierando, andando in giro e godendoci il sole e il posto. Il nostro gruppo era molto vario con tre giapponesi, tre russi e tre francesi, due svedesi, due finlandesi, un americano, un polacco, un lituano, un belga, un singaporese (o singaporiano?) e io come rappresentante dell’Italia. A dire il vero alla fine della gironata ho scoperto che il belga ha la madre italiana con cui parla italiano tutti i giorni così mi sono anche fatto una rilassante chiacchierata.

Alla fine quando siamo tornati in città in quattro abbiamo fatto un salto in un ristorante di sushi perché avevamo decisamente bisogno di rinfrescarci dopo aver passato l’intera giornata all’aperto e sotto il sole (più che altro a scottarci al sole, sono un granchio adesso).

Advertisements

2 thoughts on “A missed bus and a flowery day

Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s