Su di me

[EN]

Sono un giovane ingegnere, anche se forse spicca di più il mio entusiasmo per la scienza, e amo quello che faccio: studio, viaggio e un po’ di ricerca…che non è male.

Sono nato e cresciuto in un piccolo paese del Veneto ai piedi delle prealpi, fra Treviso e Belluno, dove si tramanda la tradizione della coltivazione delle vigne in collina dal ‘500.
Mio padre mi ha insegnato l’importanza di “imparare l’arte e metterla da parte”, perché non si sa cosa ci sia dietro l’angolo e nel dubbio è meglio avere una carta in più nel mazzo. Al contempo la passione di mia madre per l’insegnamento mi ha tramandato la curiosità necessaria allo studio.
Grazie alla lungimiranza dei miei genitori ho passato due settimane in inghilterra quando ero solo tredicenne, e ho partecipato a un programma di scambio con la Nuova Zelanda nel 2009. Quest’ultima è stata una delle più belle esperienze della mai vita che mi ha portato a vivere per sei mesi in una famiglia locale, ospitato da due bravissime persone: Mark e Yvonne, che si sono prodigate di trattarmi come un figlio.
In quei mesi io e Luca, un ragazzo da Berlino ospitato dalla stessa famiglia, siamo andati a scuola come tutti i ragazzi del posto, senza partecipare a corsi appositi per stranieri; ho anche colto l’accasione per studiare la lingua Maori con l’intenzione di comprendere al meglio la loro cultura.
È mia convinzione infatti che l’incontro di due culture sia un mezzo potentissimo per lo sviluppo personale e per una più completa visione del mondo. Proprio per questo anche nel 2013, dopo la laurea triennale, sono stato due settimane in Nepal attraversando i villaggi ai piedi dell’Annapurna. Con lo stesso spirito nell’agosto del 2016 ho invece viaggiato per due settimane, in tenda, nelle regioni orientali del Kashmir, fra India, Pakistan e Tibet.

Nella mia vita da studente ho preso il didploma di maturità scientifica al Liceo Primo Levi, seguendo il corso Scientifico Tecnologico del progetto brocca, che mi ha portato a studiare in modo approfondito materie come Fisica, Chimica, Biologia, Informatica, Astronomia, Geologia, Disegno Tecnico; il tutto senza trascurare l’aspetto umanistico, come tipico dei licei.
All’università ho seguito il corso di laurea in Ingegneria Industriale, completato poi con la laurea magistrale in Ingegneria dei Materiali (specializzazione Biomedica) presso la stessa università.

Nel 2015 ho trascorso un periodo di 6 mesi alla Tohoku University di Sendai, Giappone, come studente-ricercatore. In questo periodo ho avuto la possibilità di entrare in un laboratorio di ricerca metallurgica di alto livello e iniziare e sviluppare un mio progetto di ricerca personale. Obiettivo del mio lavoro era lo sviluppo di un nuovo materiale per applicazioni bioemdicali; i risultati sono stati superiori alle attese e lo stesso laboratorio sta ora continuando la ricerca.

Il 18 Dicembre 2015 mi sono laureato in Ingegneria dei Materiali a Trento, ottenendo il massimo dei voti e la lode (110/110 e lode); presentando come tesi il lavoro svolto presso la Tohoku University. Nel periodo immediatamente successivo sono entrato nel mondo del lavoro, inserito in un progetto chiamato ABSNext del gruppo Acciaierie Bertoli Safau (Danieli spa). Il progetto consiste in un percorso della durata di un anno in cui i giovani laureati selezionati assumono ruoli in diverse funzioni aziendali arrivando a costruirsi un’immagine globale dell’intero processo produttivo; nel mo caso sono stato in produzione, logistica, spedizioni e ufficio acquisti.

Recentemente, a metà novembre, ho cambiato lavoro spostandomi alla Lima Corporate, azienda di S.Daniele del Friuli che opera nel settore delle protesi ortopediche. Sebbene non avessi ancora completato il mio percorso in ABS ho deciso di spostarmi in modo da allineare il mio lavoro con le mie passioni principali. In Lima sono inserito nel reparto di Ricerca e Sviluppo, all’interno del gruppo “Pro Made”, che progetta impianti su misura per pazienti che non possono essere curati con protesi ordinarie. Il lavoro di progettazione avviene in collaborazione con il chirurgo, che affianca il progettista il quale oltre al progetto dell’impianto deve anche definire le procedure operatorie.

Il mio Curriculum Vitae

Advertisements